Avola

avola

Questa cittadina dista dal centro città (Siracusa) all’incirca 23 km. Avola è situata sulla costa ionica che si affaccia sul golfo di Noto; è riconosciuta come famosa cittadina di produzione agricola (rinomate le sue mandorle) e per la sua fama riconosciuta dalla prelibatezza del suo vino Nero d’Avola che viene inquadrato come il vino da tavola siciliano più famoso e stimato a livello globale, i sommelier, infatti, lo definiscono un vino d’eccellenza, infatti viene chiamato: “Il principe dei vini siciliani“; ma Avola, conta anche varie industrie non ultima quella del turismo.

Avola ha un caratteristico centro urbano formato da una croce inscritta in un esagono, assetto che le fu dato quando fu ricostruita dopo il terremoto che nel 1693 la distrusse quasi interamente. Al centro dell’abitato, in piazza Umberto I, è la Chiesa Matrice con facciata settecentesca sulla quale si apre il portale a battenti in rame sbalzato, opera moderna di F. Paternò, e con interno ricco di decorazioni a stucco; non lontana è la settecentesca Badia della SS. Annunziata, dalla bella facciata barocca. Notevole anche la Chiesa di S. Antonio Abate (del sec. XVIII), tutta decorata a stucchi.

Con una breve passeggiata panoramica si possono raggiungere i ruderi di Avola Vecchia, centro in cui si hanno notizie fin dall’epoca bizantina e raso al suolo dal terremoto del 1693. Sono visibili in particolare sia i resti del castello che dell’antico convento. La suggestione del posto è accentuata dalla splendida vista che lo circonda tutt’intorno.