Augusta

Vacanze ad Augusta

Cittadina che dista all’incirca 34 km dalla città di Siracusa, possiede uno dei porti più importanti d’Italia per movimento di merci, dovuta alla sua posizione strategica, in particolare del petrolio e dei suoi derivati. La cittadina, che si sviluppa su di un’isola collegata alla terraferma da due ponti e domina il golfo omonimo formando i due grandi bacini portuali di Xifonio e Megarese, fu fondata col nome odierno da Federico II di Svevia nel sec. XIII e fu quasi interamente distrutta dal terremoto del 1693.

La sua posizione geografica l’ha sempre favorita sia strategicamente che commercialmente, ma lo sviluppo attuale, sia industriale che demografico, ha avuto origine intorno agli anni 50 con l’installazione di numerosi impianti nel suo golfo.

L’abitato, sebbene d’aspetto moderno, conserva: il Duomo, eretto tra il ‘600 ed il ‘700, che all’interno  custodisce un bel ciclo di 13 dipinti di ignoto; la Porta Spagnola, o Porta di Terra, fatta erigere alla fine del ‘600 dal vicerè Benavides; il Castello svevo (sec. XIII), voluto da Federico II; la bella facciata settecentesca della Chiesa Delle Anime Purganti; il Palazzo del Municipio, eretto dopo il terremoto del 1693, adorno di una grane aquila imperiale con lo stemma di svevo, e con una meridiana opera di G. B. Donati e di A. Secchi, lì messa per ricordare l’eclissi totale di sole del dicembre 1870. I tre forti che sorgono isolati nel mare antistante sono cinquecenteschi.

A 7 Km. Verso nord è l’amena ed attrezzata località di Brucoli, affacciata su una piccola baia. Nei pressi è un castello quattrocentesco che mostra però vari rifacimenti.